Rapporto Eurispes: gli italiani chiedono prestiti per il mutuo e le cerimonie

Gli italiani chiedono prestiti molto spesso, soprattutto per comprare una casa oppure per realizzare cerimonie come matrimoni, comunioni o feste di laurea. Nel corso degli ultimi anni gli italiani hanno bussato alle porte delle principali banche italiane per chiedere un prestito, e lo scorso anno è stata registrata una forte ripresa delle richieste di prestiti. Sono il 28,7% delle famiglie, ad averne chiesto uno ma nel 7,8% dei casi non è stato concesso alcun mutuo e quindi alla fine non ci si rende conto di come sia difficile ottenere aiuti economici in Italia vista la difficile situazione economico finanziaria in cui verte il Paese. Lo rileva il rapporto dell'Eurispes, si tratta di un rapporto che allarga lo sguardo nella Penisola Italiana su quanto è accaduto negli ultimi tre anni, nonostante la lenta ripresa economica. Infatti chi ha chiesto un finanziamento ad una banca italiana, lo ha fatto per motivi comuni. Molti italiani si sono rivolti ad un istituto di credito nell'arco del triennio, il motivo più frequente risulta essere il mutuo per l'acquisto della casa. Ad aver chiesto i soldi in banca per questo motivo, sono il 46,8% degli italiani.

Seguono poi anche gli italiani che hanno chiesto prestiti e finanziamenti per la necessità di pagare debiti accumulati nei momenti difficili. Ad aver proiettato questa richiesta sono il 27,6% delle persone. Molti poi, hanno anche chiesto dei fondi per il bisogno di chiudere dei debiti oppure per saldare prestiti contratti con altre banche oppure con alcune altre finanziarie. Tra gli italiani che hanno chiesto questi fondi con questo scopo, ci sono il 17,9% dei richiedenti. Lo stesso numero di persone poi, ha chiesto i soldi per il dover affrontare spese per cerimonie. Quindi, il 17,9% ha chiesto la necessità di avere dei finanziamenti per riuscire a pagare una festa che potrebbe essere un matrimonio oppure una comunione, ma anche una cresima.

C'è poi un altro 10,9% di italiani che ha chiesto un prestito per cure mediche e infine un 2,2% che invece addirittura ha chiesto un finanziamento oppure un prestito con lo scopo di potersi pagare le vacanze estive, quelle pasquali oppure natalizie. Insomma, si tratta di motivi disparati.

Sempre il rapporto Eurispes ha messo anche in luce un altro fattore: stando ai dati raccolti, risulta che il disagio e la povertà stanno flagellando tutta l’Italia e le nuove generazioni. Tanto che quasi la metà delle famiglie non riesce proprio a far quadrare i conti e non riesce ad arrivare a fine mese. Solo una famiglia su quattro riesce a risparmiare qualcosa per la propria famiglia e per poter magari pagare un domani una casa oppure una cerimonia per i propri figli. Un italiano su quattro si sente povero e di solito conduce un livello di vita basso e proibitivo.

Un’altra categoria di italiani che sta vivendo un momento davvero molto difficile sono i giovani, che negli ultimi anni, hanno trovato, come sola e probabile soluzione per sopravvivere, tornare a casa dai genitori. Un giovane su dieci è infatti tornato a vivere a casa dei suoi perchè non può permettersi di pagare un appartamento e l'unico modo che ha per risparmiare è fare un passo indietro.