Il formaggio Bagoss di Bagolino, uno degli italiani più ricercati al mondo

In una piccola area del Nord Italia non lontano da Milano, nella valle del Caffaro in provincia di Brescia, vi è un villaggio di circa 5000 abitanti chiamato Bagolino, rinomato fin della Rinascimento per le sue attività casearie. Infatti anticamente il formaggio Bagoss poteva essere scambiato con altri beni ed usato allo stesso modo del denaro.

Bagoss prezzo

Il formaggio Bagoss di Bagolino è prodotto in piccole quantità ma è fortemente richiesto da Tokyo a New York e spesso viene pagato a peso d'oro per esempio da Harrods a Londra costa circa 50 Pound.

Dove comprare il Bagoss di Bagolino

Così come un vino deve le sue qualità alle caratteristiche della Vigna un grande formaggio dipende dai pascoli da cui viene il Bagoss deve il suo sapore incomparabile alla lussureggiante e ricca di sapore erba delle montagne Pascoli dove le famose mucche brune alpine sono portate a pascolare e sono un monte due volte al giorno. I veri conoscitori riescono addirittura distinguere da quale valle viene il formaggio sulla base di leggerissime variazioni del profumo che viene conferito delle differenti specie di piante e fiori. Potrete trovare il formaggio Bagoss in rete presso la Basilica di Sanformaggio.

Come conservare il Bagoss

Allora il Bagoss di Bagolino deve sempre essere consumato a temperatura ambiente per apprezzare completamente i suoi aromi di noce e castagno. Il formaggio migliore è fatto con il latte estivo. Tutte le fasi della produzione vengono nei confini del comune di Bagolino da 28 aziende casearie certificate.

Il profumo del Bagoss diventa gradualmente più intenso man mano che invecchia. Il suo colore è giallo chiaro è leggermente dorato con leggere occhiature distribuite nella forma. La crosta e opaca marrone è leggermente arancio. È un aroma pronunciato.

Per i turisti è un crimine cucinare un pezzo di Bagoss di 24 mesi ma nei piatti tradizionali le forme meno mature sono usate come ingredienti essenziali per il ripieno di ravioli per grattugiare sulle minestre e per cucinare dei risotti ma il modo migliore per gustare il Bagoss e grattugiarlo sopra una calda polenta.

Polenta col Bagoss di Bagolino

Ingredienti

300gr. di farina gialla
1l di acqua
1 bicchiere di latte
2 tuorli d'uovo
100gr di Bagoss non troppo stagionato
100gr di un altro tipo di formaggio locale a scelta tra quelli non tanto stagionati
sale

Per il condimento

50gr di burro
100gr di formaggio grana grattugiato
oppure 2 cucchiai di passata di pomodoro

Procedimento:

Preparate seguendo la ricetta di base una buona polenta di giusta consistenza. Quando è cotta, stendetela sul piano del tavolo o su un tagliere di legno molto grande fino a far raggiungere alla polenta uno spessore non superiore al centimetro in modo che quando si sarà ben raffreddata si potrà facilmente tagliare a piccoli pezzetti.

Preparate ora una crema di formaggio versando in una casseruola il latte e, quando si sarà scaldato, i due tipi di formaggi tagliati a dadini e i tuorli d'uovo. Mescolate il composto con delicatezza facendo attenzione che non arrivi mai a ebollizione e che non si attacchi (il fuoco dovrà pertanto essere bassissimo).
Quando il formaggio si sarà fuso per bene, mescolate alla crema la polenta a pezzetti e stendete nuovamente su un piatto di portata molto largo per fare raffreddare un poco.

Ricavate quindi delle fettine che dovrete condire con burro fuso e formaggio grana grattugiato oppure con un sughetto leggero di pomodoro.