Beautiful, la storica soap opera americana

Beautiful è una storica soap opera americana conosciuta in tutto il mondo per le sue vicende intricate e per i suoi numerosi colpi di scena che tengono incollati al piccolo schermo milioni di telespettatori in tutto il mondo. Il potenziale di questo prodotto televisivo fu intuito anche dai vertici di Mediaset che negli anni 90 comprarono i diritti per la messa in onda della soap da Rai2 che nei primi quattro anni consentì alla rete di raggiungere un enorme record di ascolti.

Il successo di questa soap tra le più longeve nella storia della televisione con oltre 7600 puntate spalmate in 30 stagioni, è senza dubbio la combinazione tra trame avvincenti e appassionanti e location lussuose ed esclusive nelle quali l’amore e le scalate sociali vanno di pari passo. Inoltre Beautiful ha il merito di aver trattato nel corso degli anni numerosi argomenti e molteplici tematiche attuali sfruttando gli stilemi tipici della soap opera con lo scopo di raccontare in forma glamour e mondana l’evoluzione dei tempi. Tra tutte le storie d’amore che hanno appassionato il pubblico spicca sicuramente quella tra Ridge e Brooke, il cui amore è stato spesso messo a dura prova.

Ma quello che rendeva speciale e inedita la loro relazione era il modo con cui i due si erano innamorati in un complicatissimo schema a quattro tra loro due e Caroline e Thorne tra litigi, colpi di scena, tradimenti, fraintendimenti e inganni.

Beautiful è stata anche la prima soap opera ad affrontare il tema del transgender con l’introduzione di un personaggio fisso all’interno del cast, sfruttando l’argomento per raccontare le implicazioni drammaturgiche relative a chi preferisce cambiare sesso in un momento particolare della propria vita. Scelta che viene incarnata da Maya Avant che poi finirà per legarsi con Rick, il quale dopo una serie di tentennamenti l’accetterà nonostante il suo passato da uomo.